Con oggi iniziamo insieme un viaggio attraverso i profumi e i sapori delle ricette campane, ospiti d’onore i prodotti del caseificio “La Tramontina” un caseificio che io conosco da qualche anno, da quando ha aperto un suo punto vendita vicino casa mia e un mio caro amico di Raito mi ha caldamente consigliato di provarlo. Da allora non l’ho più lasciato!! Così quando il caseificio mi ha chiesto di preparare per loro 10 ricette della tradizione tipica campana non ho potuto tirarmi indietro.

il nostro viaggio sarà di 10 ricette della tradizione campana, con qualche piccola rivisitazione, e ci accompagnerà fino a febbraio.

Partiamo con la prima ricetta.

Questi ravioli alla caprese mi hanno sempre intrigato molto, io ho apportato solo una piccola modifica nel ripieno, ho aggiunto della scorza di limone. La ricetta originale prevede l’uso della caciotta di Sorrento, io ho usato una gustosissima scamorza bianca di bufala.

Per 20 ravioli grandi

per la sfoglia

250 gr di farina

2 cucchiai di oli

130 ml di acqua

un pizzico di sale

per il ripieno

250 gr di scamorza di bufala bianca

1 uovo intero + un tuorlo

100 gr di parmigiano grattugiato

la scorza di un limone

un pizzico di sale

per condire

300 gr di pachino

olio

sale

basilico fresco

Per prima cosa, preparate la pasta lavorando l’impasto a mano o con un robot da cucina. impastarlo a lungo fino a che il panetto non sarà liscio. coprite con pellicola (senza PVC) e fate riposare un’ora a temperatura ambiente.

Adesso preparate la farcia, tritate la scamorza, aggiungete le uova e il parmigiano e il sale e amalgamate bene tutto, coprite e fate riposare in frigo fino al momento di preparare i ravioli.

In una padella larga mettete un filo di olio, tagliate a metà i pachino e fate rosolare con sale e basilico.

Preparate i ravioli, con la macchina per la pasta ho steso delle sfoglie non troppo sottili, altrimenti con il ripieno che è umido si potrebbero rompere in cottura. Ho fatte delle palline grandi come una noce con la farcia e le ho messe sulla sfoglia, ho coperto con un’altra sfoglia e sigillato con l’aiuto di un pochino di acqua. Mi raccomando di far uscire bene l’aria dal raviolo altrimenti in cottura si aprirà. 

Non appena tutti i ravioli sono pronti, mettete a bollire abbondante acqua salata. aggiungete un cucchiaio di olio e cuocete i ravioli per circa 8 minuti.

Spadellateli con i pachino facendo attenzione a non romperli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here