Sul blog, diverso tempo fa, avevo pubblicato la ricetta di una piadina, sicuramente più fedele all’originale. Quella di oggi non è sicuramente la classica piadina romagnola, c’è l’aggiunta di lievito nell’impasto che la rende più morbida e facilmente arrotolabile.

Io ho preparato l’impasto la mattina appena sveglia, l’ho fatto lievitare coperto, nel frattempo sono uscita a fare diverse commissioni tra cui le mie immancabili analisi del sangue e il vaccino, eh sì, dopo 10 anni (forse qualcosa di più) ho rifatto il vaccino trivalente (pertosse, antidifterica e antitetanica) questo è un vaccino fortemente consigliato nel terzo trimestre di gravidanza per cercare di passare gli anticorpi al nascituro e per creare una barriera intorno a lui nei primi mesi di vita, quando lui è più debole e i vaccini ancora non può farli. Come me hanno fatto il vaccino anche mio marito e tutti 4 i nonni!!

Il consiglio che mi sento di darvi, se siete in attesa o in cerca di un figlio, è di parlare con il vostro medico e/o ginecologo e farvi spiegare e consigliare tutte le cure preventive necessarie per proteggere i nostri cuccioli.

Dopo questa parentesi sanitaria torniamo alla nostra ricetta.

per 4 piadipizza

200 gr di farina integrale di tipo 2

un cucchiaino di sale

un cucchiaio di olio

5 gr di lievito di birra secco (10 se fresco)

acqua quanto basta

Io ho messo tutti gli ingredienti secchi nell’impastatrice e ho aggiunto tanta acqua (circa 125 gr) fino a che l’impasto non si è staccato dalle pareti.

Ho preso l’impasto e l’ho lavorato ancora qualche minuto con le mani, fino a che il panetto non era liscio ed elastico.

Ho fatto lievitare per un paio di ore.

Ho diviso il panetto in 4 parti e l’ho steso sottile con un matterello.

ho scaldato una padella da 28 cm di diametro, quando la padella diventa ben calda mettete le piadine, una alla volta, facendola cuocere un paio di minuti per lato.

Man a mano che sono pronte mettetele tra due piatti di coccio così si mantengono calde e morbide.

Io le ho farcite con arrosto di tacchino, pomodoro, insalata e senape al miele.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here