Questo mese ho segnato diverse iniziative alle quali voglio partecipare, per questa ragione è probabile che la prossima settimana aggiornerò un giorno in più.. lunedì-mercoledì-venerdi.. che ne dite?

Oggi vi lascio la ricetta del danubio più buono che io abbia mai mangiato!
purtroppo la foto non rende al cento per cento perchè io non l’ho spennellato con l’albume e non è venuto lucido sopra ma vi assicuro che è divino! soffice soffice e buonissimo anche il giorno dopo! (qualche pallina sono riuscita a conservarla per il giorno successivo)

 

 

Danubio di Adriano
Copio e incollo dal suo sito

Ingredienti:

400gr farina manitoba
300gr farina 00
200gr acqua
4 uova + 1 tuorlo
70gr strutto (io ho usato tutto burro)

60gr zucchero
15gr burro
14gr sale
10gr lievito fresco
10gr olio evo
1 cucchiaio + 1 cucchiaino di miele d’acacia.

a me è venuta una teglia di palline belle grandi! nella foto del buffet si dovrebbe vedere!

Prepariamo un preimpasto con l’acqua intiepidita, 200gr di farina, il cucchino di miele ed il lievito. Lasciamo gonfiare (ca. 40’).
Montiamo la foglia, aggiungiamo 120gr di farina, un uovo e 15gr di zucchero. Avviamo a vel. 1.
Quando la massa avrà preso corpo, inseriamo il burro non troppo morbido e lasciamo assorbire.
Montiamo il gancio e facciamo andare a vel. 1,5, fino ad incordare.
Copriamo la ciotola e lasciamo triplicare a 28°.
Riavviamo la macchina con il gancio e, non appena l’impasto si sarà avvolto a questo, aggiungiamo un uovo, seguito da 1/3 di zucchero ed uno spolvero di farina. Continuiamo allo stesso modo, lasciando alla fine il tuorlo che inseriremo con il sale. In ultimo aggiungiamo il miele, seguito, all’assorbimento, dalla farina rimanente.
Ad impasto incordato, aggiungiamo lo strutto piuttosto freddo e, quando sarà assorbito, inseriamo l’olio a filo.
Impastiamo a velocità sostenuta, ribaltando spesso l’impasto, fino a che non si presenterà semilucido e liscio.

Facciamo la prova del velo e, se c’è, interrompiamo la lavorazione.
Lasciamo riposare coperto per 15’, diamo un giro di pieghe di tipo 1
trasferiamo in un contenitore sigillato e sistemiamo tutto in frigo, a 4 – 5° fino al giorno seguente.
Riportiamo il contenitore a temperatura ambiente e riprendiamo la lavorazione ai primi cenni di lievitazione: appiattiamo l’impasto con le mani e diamo un secondo giro di pieghe di sovrapposizione, curando di non incorporare aria.
Copriamo a campana.
Dopo 20’, spezziamo in porzioni da 30gr ed avvolgiamle a sfera, senza stringere.
Con la chiusura in alto, appiattiamole e farciamole come più gradiamo.

Sigilliamo
Disponiamo le sferette, ben distanziate, in uno stampo imburrato
copriamo con pellicola e lasciamo raddoppiare a 28°.
Pennelliamo con albume ed inforniamo a 170°, fino a completa cottura (ca. 35 – 40’)

nel suo blog ci sono tutte le foto dei passaggi!

Io ho farcito con provola e prosciutto cotto a cubetti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here