Finalmente si ricomincia a postare qualcosa di buono e godereccio!
Il buffet è andato benissimo.. complimenti a gogo e tutto (quasi) spazzolato!
Come sempre le quantità erano per un intero esercito ma gli invitati erano tanto, una trentina!
Ma non voglio dilungarmi tanto!
Vi lascio con una carrellata di ricette e spunti per fare un buffet in una settimana..

Collage buffet

Lunedì ho fatto le zucchine alla scapece e le ho tenute in frigo a marinare ben bene; ho fatto l’impato per i biscotti ai semi di papavero (doppia dose) e congelato

Martedì ho fatto il Danubio e congelato; ho fatto le pizzette e congelate in una teglia ben separate, dopo un’ora le ho messe in una bustina

Mercoledì Olive in crosta (congelate) e il MMF (marshmellow fondent)

Giovedi ciambelline al vino e polpette di polenta (congelate) gelatina di vino

Venerdi (è stato il giorno più impegnativo) cheesecake allo stracchino e rucola, ho preso l’impasto per i biscotti e li ho fatti, le basi per la torta, la torta di riso, l’impasto per i bagel messo in frigo la notte a lievitare

Sabato la mattina ho fatto i bagel, dopo pranzo ho fatto la crema per la torta e l’ho decorata

Ho fatto i bigliettini con i nomi delle pietanze, ho messo sui cibi gluten free il simbolo, e ho messo sul tavolo il menù.

torta

Ricette:

Zucchine alla scapece
(anice e cannela blog)

io ne ho fatte 3 kg

2 kg. di zucchine
1 tazzina di aceto bianco
sale
2 spicchi di aglio
abbondante menta
pepe o peperoncino
aglio
una padellata di olio di oliva extra vergine per friggere

Tagliate le zucchine a fette tonde un poco spesse spolverizzate di sale e lasciatele 1 ora o 2.Asciugatele e friggetele poche alla volta in olio bollente facendole colorire bene.Sgocciolatele e mettetele a strati in un’insalatiera di vetro inframezzandovi le foglie di menta, poco aglio, e, se fosse necessario, il sale.Condite con 3 o 4 cucchiaiate dell’olio di frittura, l’aceto e coprite il recipiente.Mangiate la scapece nelle 24 ore successive perchè acquista sapore, e poi si conserva a lungo.Volendo potrete renderla più piccante con un po’ di peperoncino o pepe

Collage bagel salmone

Bagel al salmone

Ingredienti:

doppia dose e fatti piccolini

400 gr di farina (100 gr. manitoba – 300 gr. 00)
225 ml di latte bollente
50 gr di burro
25 gr di zucchero
15 gr di lievito di birra
3/4 gr di sale (1 cucchiaino raso)
1 tuorlo
1 albume
2 cucchiai di latte


Procedimento:


Versiamo il latte bollente in una ciotola, aggiungiamo il burro e lo zucchero, facciamo sciogliere il tutto e lasciamo per qualche minuto a intiepidire.
Prendiamo il lievito e lo sbricioliamo direttamente nella ciotola con il latte. Mescoliamo bene e lasciamo riposare per 5 minuti. Se il lievito e’ buono e funziona vedrete che comincera’ a formarsi una schiumetta. Ora aggiungiamo l’albume ( il tuorlo lo teniamo da parte per spennellare), e infine il sale.
Mescoliamo ed aggiungiamo la farina impastando prima con un cucchiaio e poi quando diventa troppo denso su un piano di lavoro infarinato.
Qui mi raccomando tanta pazienza. Dovete impastare per bene finche’ la pasta non diventa liscia e non si attacchera’ piu’ alle mani. Quando diventa liscia, impastate ancora, magari sbattendola sul tavolo per bene. Ci vorranno almeno 10/15 minuti. Quando siete proprio stanchi che non ce la fate piu’ rimettetela nella ciotola, coprite con pellicola o un piatto e lasciatela lievitare per 1 ora circa in forno chiuso e spento, lampadina accesa.
Dovra’ raddoppiare il volume. Prendiamo la pasta, la sgonfiamo e la dividiamo in parti uguali da circa 65 gr l’una, dovranno venire 12 pezzi. A questo punto si dovranno formare dei piccoli panini tondi, per la formatura è utile e consigliabile guardare questo video
In pratica il concetto (o comunque come faccio io… ) è di tirare la pasta da sopra verso il fondo e stenderla fino a che il paninetto sarà bello liscio. La parte brutta, va tirata “in sotto” pizzicando poi per “fermare”…
A questo punto posizioniamo le palline su una teglia coperta di carta forno, in modo che la parte liscia stia sopra e quella brutta e pizzicata stia sotto. Quando saranno tutte pronte, ci infariniamo bene le mani, il dito indice soprattutto, prendiamo ogni paninetto, lo foriamo col dito esattamente al centro e facciamo girare la pallina attorno al dito come fosse un hula hop 😉
Il buco dovrà essere di circa 2 cm. altrimenti in cottura, lievitando ancora sparisce.
Quest’altro video, mostra benissimo come fare il buco al bagel, oltre a mostrare tutta la preparazione passo passo… è molto carina, utile dare un’occhiata 🙂
Quando avremo formato i bagels, li lasceremo riposare per 10 minuti.
Intanto accendiamo il forno a 200 gradi e mettiamo sul fuoco un tegame largo e alto con dell’acqua e la portiamo a ebollizione. Abbassiamo la fiamma e lasciamo sobbollire piano piano.
Prendiamo i bagels e li mettiamo dentro il tegame con l’acqua bollente. Metteteli pochi alla volta, io facevo 4. Facciamo cuocere per circa 10 secondi da una parte, e 10 dall’altra. I bagel si gonfieranno un po’, diventeranno un po’ brutti, ma non preoccupatevi, in cottura torneranno lisci e belli come appena formati.
Scoliamoli e mettiamoli qualche minuto ad asciugare su un telo asciutto avendo cura di posizionarli come quando li abbiamo formati, cioè la parte “brutta” sotto.
Ora mettiamoli su una larga placca da forno foderata di carta forno e lasciando abbastanza spazio tra l’uno e l’altro. Altrimenti usiamo due teglie.
Spennelliamoli ora con il tuorlo mescolato al latte, spolveriamo di semi di sesamo o papavero e mettiamo in forno per circa 20 minuti, o comunque fino a completa doratura.
Sforniamo, li mettiamo su di una gratella e copriamo con un panno pulito. Lasciamo raffreddare.



Pizzette al Philadelphia

dose singola ma ho fatto delle pizzete piccoline ca 3 cm

Ingredienti:
250gr farina 00
250gr formaggio spalmabile (tipo Philadelphia o similari)
160gr burro morbido
2 pizzichi abbondanti di sale

“In una ciotola mescolare con una spatola la farina, 2 pizzichi di sale, il burro e il formaggio, fino ad ottenere un composto bricioloso. Compattarlo su un foglio di pellicola trasparente fino ad ottenere un rettangolo alto 1 cm. Chiudere la pellicola a pacchetto e mettere in frigo per tutta la notte.
Riprendere e effettuare il primo giro, quindi dopo mezz’ora il secondo e dopo un’altra mezz’ora il terzo così come da spiegazione e fotografie di ADRIANO.” (c&i da Adriano)
io ho messo tutto nell’impastatrice e con la foglia ho impastato fino ad avere una massa granulosa.
ho messo nel frizer mezz’ora e ho iniziato a stenderla con il mattarello facendo le pieghe.

Ho steso per l’ultima volta e ho fatto i cerchi con un coppapasta tondo, ho messo sopra il pesto (home made) e e cotto per 5 minuti in forno già caldo a 180 ventilato, ho tirato fuori, messo la provola e rimesse in forno per altri 5 minuti.
SE la pasta è abbondante si può congelare in porzioni più piccole e utilizzare in un secondo momento!
olive in crosta

LE OLIVE IN CROSTA di Nadia Ambrogio

tripla dose

Ingredienti:
18/20 olive verdi snocciolate
50 gr farina
30 gr parmigiano
30 gr burro
1 cucchiaio di acqua fredda

Procedimento:Impastate la farina con il burro morbido nel mixer o nell’impastatrice fino a che fa le briciole. Aggiungete 1 cucchiaio di acqua ed il parmigiano. Far riposare in frigorifero per 30 minuti.
Prendete dal composto una piccola quantità per volta, appiattirla con le dita sulla tavola infarinata leggermente e avvolgerla intorno ad una oliva ben asciutta, rotolando, poi, il tutto nel palmo della mano per rivestire bene l’oliva.
Quando saranno tutte pronte disporle in una teglia coperta da carta forno, farle riposare in frigo per almeno 2 ore, anche mezza giornata, questo aiuta a mantenere la forma durante la cottura. Quindi infornate a 170° ventilato per circa 10’/12′ o fino a completa doratura.

biscotti ai semi

Biscotti ai semi di papavero

doppia dose

farina 200g
burro 100g
un uovo intero
parmigiano grattugiato 75g
semi di papavero 2 cucchiai
sale 1 pizzico

Mescolare la farina con 60g di parmigiano e versare a fontana sulla spianatoia. In mezzo, aggiungere il burro a tocchetti (a temperatura ambiente quindi morbido), il tuorlo, i semi di papavero e il sale. Impastare il tutto velocemente con le punta delle dita, aggiungendo semmai 1 cucchiaio d’acqua fredda nel caso l’impasto risultasse troppo asciutto. Formare una palla, avvolgerla con della pellicola e far riposare al frigorifero per 30 minuti. Stendere poi l’impasto con il matarello (su un foglio d carta da forno infarinato) a 5mm e ritagliare i biscotti con un coltello o un tagliapasta. Disporre i biscotti su una teglia da forno rivestita con della carta da forno, spolverare il parmigiano rimasto sui biscotti e infornare a 180° per una decina di minuti, finché i biscotti saranno dorati.
Torta di riso (di Natalia)
Danubio (di Adriano)
ciambelline al vino
torta (Valentina gigli)

Prossimamente 🙂

Con questo post partecipo alla raccolta di Sara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here