Dovete sapere che io ho un debole per la Toscana..

Così quando a Maggio abbiamo iniziato a guardarci intorno su dove andare con il nostro budget abbiamo dato subito un’occhiata agli alberghi vicino al Mare in zona Grosseto (Follonica, Talamone, Punta Ala, Castiglione della Pescaglia…) solo che purtroppo era un po’ fuori budget visto che l’unica settimana che potevamo partire tutti e 2 era quella di Ferragosto.. e come è noto la settimana di Ferragosto costa tutto un miliardo.

Ed è lì che entra in ballo mio fratello..il mio super fantastico fratello, mi parla di un piccolo agriturismo a conduzione familiare “Le Venelle” a Ribolla, a 20 Km da Follonica e a 30 da Castiglione.

Vado sul sito e vedo questo piccolo agriturismo immerso nel verde, pochi e piccoli appartamenti indipendenti, piscina con vista sul rilassante panorama,  con una piccola azienda agricola con uliveti, vigneti, coltivazione di cereali, frutta e verdura.

Perfetto, ho chiamato e prenotato in giornata!

Il giorno che siamo arrivati siamo stati accolti subito dai due proprietari, due persone gentilissime, ci hanno fatto visitare il nostro appartamentino dove all’interno abbiamo trovato dei pomodori colti pochissimi minuti prima (un profumooo) e delle marmellate fatte in casa dalla signora (una più buona dell’altra).

La settimana è veramente volata tra una colazione sotto il gazebo, un libro letto a bordo piscina, partite a racchettoni lungo la riva del mare di Follonica, gelati mangiati con 2 amici a Castiglione della Pescaglia, passeggiate lungo i paesini limitrofi.

Tornata a casa volevo assaporare ancora un po’ di vacanza prima di rimettermi a studiare e a dieta (-.-) così ho deciso di concedermi una piccola coccola, avevo a disposizione la macchina del pane della mamma di Manuel e mi sono ricordata di una ricetta che aveva postato poco prima Carolina e ho deciso di replicarla per gustarmi la deliziosa marmellata di ciliege donatami dalla signora.

confettura di ciliege

BRIOCHE TRADIZIONALE
 
Ingredienti per una brioche da 6 persone

10 ml di panna fresca liquida

3 uova sbattute

1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio

350 g di farina di tipo 0

10 g di lievito fresco sbriciolato sulla farina

1/2 cucchiaino di sale

50 g di zucchero

120 g di burro

1 cucchiaino di scorze d’arancia in polvere o la scorza di un’arancia

Versa le uova e i liquidi, poi la farina e il burro a pezzetti. Aggiungi il sale,  lo zucchero e il lievito (il lievito non deve stare a contatto con il sale, quindi versali negli angoli opposti). io ho aggiunto qualche altro cucchiaio di panna per rendere il composto più lavorabile.

Scegli il programma “dolce” o “pane dolce”. Aziona la macchina seguendo le indicazioni. Interrompi la cottura 15 minuti prima della fine del programma (io non l’ho fatto, perché non era ancora perfetto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here