Roma

ore 07.45

25° (e non dico l’umidità)

Io in piedi davanti all’armadio! in pigiama (leggasi canotta larga e mini short)

“che mi metto oggi per sfidare l’asfalto??”

sì perchè il vero problema non è il caldo.. no neanche l’afa.. ma neanche l’umidità… E’ L’ASFALTO!!!! si infuoca.. non puoi mettere i tacchi perchè rischi l’effetto sabbie mobili.. vieni paurosomante risucchiato da quella malma nera puzzolente e non ti salvi più!

ed è così che deciso di sfidare il mio buon senso e recarmi all’università vestita così!

quando mi hanno visto mi hanno chiamata Tamarra!!! TAMARRA????????? A ME???????? ma dico io, ma lo sapete chi sono i tamarri?

guardate qui va! (ma anche no!)

Ecco 🙁 io non sono tamarra.. solo una povera fanciulla che, come milioni di persone al Mondo, deve sfidare ogni mattina il nemico più puzzolente del mondo (l’asfalto) e il suo cugino antipatico (la metro senza aria condizionata)

taccole al pomodoro

Taccole al pomodoro

500 g di taccole verdi

15 pachino

1 spicchio d’aglio

8 fette di baguette tostate

olio extravergine di oliva

sale, pepe nero

Spuntate  le taccole, eliminate eventuali filamenti, lavatele bene e tagliatele a tocchetti. Mettetele  in pentola e lessate  in abbondante acqua per 15 minuti circa, in modo che risultino al  dente, scolateli e  teneteli da parte.

In una padella fate scaldare un giro d’olio e fate rosolare l’aglio.

Mettere i pachino tagliati a metà con la parte tagliata verso la padella, far rosolare 5 minuti, unire le taccole (se c’è bisogno aggiungere un pò di acqua dove avete lessato le taccole) e fate cuocere per 15 minuti circa.

salare e pepare

servire con le fette di pane bruscate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here