il gatto di patate è uno sformato a base di uova e patate, che di solito viene farcito con salumi e fornaci vari. é una ricetta antica, tipica napoletana, ma diffusa in tutto in centro Italia.

Potremmo chiamarla anche una ricetta del riciclo, perché, oltre ad essere molto economica, si presta ad essere farcita con quello che abbiamo in casa, con quei pezzetti di salumi o di formaggi che rimangono nel frigorifero.

Quinto appuntamento con le ricette napoletane in collaborazione con il caseificio La tramontina. Per realizzare questa ricetta io ho usato il caciocavallo di mucca.

Gattò (o gateau) di patate

1 kg di patate lesse

3 uova

100 gr parmigiano

sale

pepe

noce moscata

per farcire

200 gr prosciutto cotto tagliato spesso

200 gr di caciocavallo

burro e pangrattato per la teglia

Schiaccia le patate ancora tiepide, unisci il parmigiano e le uova e mescola bene. Regola di sale, pepe e aggiungi anche un pò di noce moscata.

Aggiungi il prosciutto e il caciocavallo tagliato a piccoli pezzi.

Imburra una teglia da 28 cm di diametro (meglio se con il cerchio apribile) e spolvera con il pangrattato.

versa il composto, livella bene, sopra metti ancora fiocchetti di burro e pangrattato.

Cuoci in forno a 180° per 40 minuti.

Piccole note:

  • le patate devono essere schiacciate con lo schiacciapatate, se non lo avete usate una forchetta assolutamente non usate un frullatore perché rende le patate collose.
  • se avanza lo potete conservare in frigo per 1 giorno, ben coperto.
  • se volete invece dei salumi potete usare anche delle verdure tagliate a pezzi piccoli, oppure dei piselli.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here