L’estratto di vaniglia è in quasi tutte le mie ricette dolci, io lo adoro, ha un profumo unico che riesce ad arricchire ogni preparazione.

lo scorso anno quando sono stata ai Caraibi, avevo preso 20 bacche di vaniglia perchè tornando a casa volevo fare l’estratto, ma poi ho iniziato a usarle cosi e quelle rimaste si sono seccate tutte con il caldo di questa estate..

Ma io sono testa dura, così a settembre sono andata in un negozietto a Testaccio e ho preso 60 gr di bacche di vaniglia di qualità Bourbon proveniente dal Madagascar e una bottiglia di Vodka (che poi non me la volevano vendere fino a che non ho presentato la carta d’intentità è un’altra storia -.-)

La ricetta viene dal blog de “La Ciliegina sulla torta

qualche nota prima del procedimento:

  1. le bacche devono essere morbide e cicciotte
  2. la Vodka deve contenere il 40% di alcool
  3. la proporzioni sono 60 gr di bacche per mezzo litro di Vodka

Procedimento

Aprire i baccelli a metà nel senso della lunghezza, in modo da avere i semi esposti, tagliarli a pezzetti piccoli ed introdurli in una bottiglia di vetro scuro capiente insieme alla vodka.

Chiudere bene la bottiglia, dare una prima vigorosa “scecherata” e riporre in un luogo fresco e buio; ripetere quest’operazione di frequente, diciamo una volta al giorno per i primi 15 giorni e, successivamente, una volta alla settimana o quando ve ne ricordate.

Lasciare riposare per circa 6 mesi prima di utilizzarlo. Io non l’ho filtrato perchè le bacche che rimangono all’interno contribuiscono ad intensificare il profumo dell’estratto.

L’estratto non ha scadenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here