SI li ho fatti anche io… non potevo non provarci del resto sono uno dei miei dolci preferiti.. vuoi perchè sono piccoli e sembra di mangiare poco, vuoi perchè sono introvabili, vuoi perchè costano un occhio della testa e si sa che quello che non possiamo avere in quantità lo desideriamo di più… io li adoro.
Ho sempre pensato di farli in casa ma non ho mai trovato il coraggio! Complice una piovosa domenica mattina di dicembre mi sono decisa, armata di pazienza, di macchinetta fotografica nelle mani del paziente fidanzato-programmatore-troppo-impegnato-per-finire-il-nuovo-sito, di ricetta super-perfettamente-meravigliosa della dolcissima pulcetta Giulia (conosciuta come maghetta) ci abbiamo provato con risultati stupefacenti!!!

Macaron
per 25 macaron

 

150 gr di farina di mandorle
150 gr di zucchero a velo
100 gr di albumi (50 grammi in una ciotola e 50 grammi in un’altra ciotola)
170 gr grammi di zucchero semolato (150 in una ciotola e 20 nell’altra)
50 gr di acqua
Colorante alimentare facoltativo qualora si volessero colorare.

 

macarons

Unire alla farina di mandorle lo zucchero a velo e tritare insieme, fino ad ottenere una farina unica.
Fig 2 Dopo aver pesato 100 grammi di albumi versarne l’esatta metà sopra le farine aiutandosi con una spatola. Amalgamare per bene il tutto.
Fig. 1 Con lo sbattitore elettrico montare adesso gli altri 50 grammi di albumi insieme a 20 grammi di zucchero fino ad ottenere una neve fitta.
In un pentolino far sciogliere i restanti 150 grammi di zucchero con 50 grammi di acqua. Lo sciroppo deve essere praticamente portato ad ebollizione ma non bisogna esagerare nella cottura. Intorno ai 100 -110 gradi centigradi quindi togliere dal fuoco. (io non ho il termometro..ho fatto ad occhio)
Fig. 3 Azionare nuovamente le fruste dello sbattitore elettrico e versare a filo molto lentamente questo sciroppo appena ottenuto sugli albumi montati a neve fitta con i 20 grammi di zucchero. Questa operazione richiederà un po’ di tempo e non bisogna avere fretta. Lo sciroppo va versato lentamente sulle pareti della ciotola, attenzione a non far toccare le fruste, altrimenti schizzerà su tutti i bordi.
Vi troverete davanti così a due composti: il primo formato da i 50 grammi di albumi, farina di mandorla e zucchero a velo. il secondo formato dai 50 grammi di albumi montati a neve con lo sciroppo di acqua e zucchero
Fig. 4 Unire entrambi i composti aiutandosi con la spatola ed eseguire dei delicati movimenti dall’alto verso il basso. Incorporando i due composti estranei con meticolosità e precisione. Fig. 5

Macarons

Inserito l’impasto morbido e soffice in una sac-à-poche o siringa con una bocchetta liscia che non superi i 10 mm di diametro procedere alla stesura dei vostri macaron che andranno adagiati su teglie foderate di carta forno. Avendo un problema con la sac-à-poche ho provato a formare i macaron con un piccolissimo Fig.6 cucchiaino da the ed il risultato è stato a dir poco sorprendente.

Dopo aver formato questi deliziosi tondini sulla teglia lasciare riposare i macaron per 10-15 minuti fino a quando si formerà una leggere pellicina sopra e infornare a 150 per 15 minuti massimo

io li ho farciti con il lemon curd: ricetta presa da Gaietta

60g succo di limone
la scorza di un limone
10g maizena
100g zucchero semolato
50g burro
1 uovo intero

Preparare la crema unendo tutti gli ingredienti in quest’ordine in un pentolino:

burro-uovo-zucchero e maizena setacciati-succo e scorza di limone grattuggiata con il pelalimoni; e cuocere il composto fino a ottenere una crema tipo curd; circa una decina di minuti; trasferire in una ciotola e far intiepidire.

 

Banner

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here