Amaradolcezza
Mercoledì 08 Luglio 2015
omelette al radicchio PDF Stampa E-mail
Pin It

omelette radicchioDa quando vivo sola ammetto di stare molto più attenta alla spesa. Frutta e verdura solo al mercato, nel mio banco di fiducia, le uova solo bio così come il pollo e almeno tre volte a settimana pesce, prediligendo il pesce azzurro, molto più economico e più salutare.

Per quanto riguarda frutta e verdura compro solo quella di stagione, è più saporita e costa molto meno!

Dopo aver visto qualche video su internet ed essermi informata un po' ho deciso di comprare solo e unicamente uova biologiche, ancora meglio se vengono dalla cooperativa biologica che ho vicino casa, ma non sempre riesco a passare lì e mi capita di comprarle bio al supermercato.

Così quando  Naturelledel Gruppo Eurovo, mi ha contattata per farmi provare le loro uova bio ho detto subito di si! Si tratta di uova biologiche di galline allevate all’aperto e alimentate esclusivamente con mangimi provenienti da agricoltura biologica. 

Arriviamo alla nostra seconda ricetta (la prima la trovi qui

Omelette al radicchio

per 1 omelette

3 uova bio

un piccolo radicchio rosso 

olio

sale

2 cucchiai di latte

2 cucchiai di parmigiano

 

 

lavate e tagliate a striscioline il radicchio. Rosolatelo in una padella con un cucchiaio di olio per qualche minuto. quando è pronto mettetelo in un piatto.

mettete a scaldare una padella di 28 cm di diametro con due cucchiai di olio.

a parte sbattete le uova con il sale, il parmigiano e il latte.

versate le uova nella padella calda e iniziate a rompere la frittata con un mestolo. delicatamente portate tutto il composto in un lato e mettete metà del radicchio. Con dei piccoli colpetti di polso cercate di compattare l'omelette su un lato e fatela rigirare.

Per capire la mia contorta spiegazione :D vi consiglio di guardare questo video

servite calda accompagnata dal resto del radicchio.

 
Giovedì 07 Luglio 2011
buffet PDF Stampa E-mail
Pin It

buffet compleanno

estate..

tempo di stare in compagnia

all'aria aperta

magari su una bella terrazza a spiluccare qualcosa e sorseggiare un fresco aperitivo.

  1. quiche di zucchine 
  2. quiche con i pachino (come sopra, sostituire le zucchine con una decina di pachino tagliati a metà)
  3. wurstel e pasta brisè 2 confezioni di wurstel da 4 e una di pasta brisè
  4. insalata mista nei bicchieri: tonno, pachino, mais, mozzarelline, olive nere di Gaeta
  5. rotolini di pancarrè con : battuto di pomodori secchi, prosciutto e formaggio. 'nduja (stendere con il mattarello il pane al latte, falcire a piacere e arrotolare
  6. rice crispis e marshmellow: una tazza di rice crispis e mezza di marshmellow, fondere il mm, unire i rice crispis, con un cucchiaino versare nei pirottini e ar raffreddare
  7. rotolo alla nutella 

nella foto non c'è ma ho fatto anche 2 teglie di pizza con il solito impasto delle simili

crostata alla frutta 

patatine, popcorn, mais tostato, 

 
Giovedì 21 Giugno 2012
menù anticaldo #1 PDF Stampa E-mail
Pin It

 ricette anticaldo

Per il periodo estivo ho pensato di pubblicare, ogni 15 giorni, dei piccoli menù di 3-4 portate con delle ricette estive il più possibili light ma sicuramente molto fresche.

Ogni menù sarà composto da ricette già presenti su Amaradolcezza.

 Che ne pensate?

Menù "senza Forno"

melone, feta e basilico

cubotti di melone e feta

ricetta velocissima

che potete trovare

<<<QUI>>>

 

 

spaghetti alla chitarra con zucchine e limone

Spaghetti alla chitarra

con limone e zucchine

ricetta fresca e veloce

la ricetta <<<QUI>>>   

 

torta fredda di pesche e yogurt

  Torta fredda LIGHT      

di 

pesche nettarine

ricetta

<<<QUI>>>

 

 
Lunedì 19 Settembre 2011
Cosa mi serve? #1 PDF Stampa E-mail
Pin It

Spesso mi avete chiesto quali sono i miei utensili del "mestiere"

Ho pensato di pubblicare senza alcuna periodicità una serie di utensili per me utili in cucina così che possiate prendere spunto e perchè no direzionare amici e parenti per i regali natalizi. (^_^)

Rubrica

  1. Coltelli in ceramica: quelli che vedete li ho presi in Brianza nello store di Cucina in casa, visto l'elevato prezzo consiglio di comprare come primo un coltello multiuso e, se vi trovate bene, mettere in wish lirt gli altri. Per il compleanno mi è arrivato anche lo spilucchino (^_^)
  2. La Mandolina: attrezzo fondamentale in una cucina, vi permette di ottenere delle fettine sottili in un attimo, senza dover montare-smontare il robot della cucina. Pratica ed economica, la mia è stata acquistata a una fiera per una cifra veramente bassa.
  3. il pelalatate: ah quanto mi è mancato questa estate al mare (nel marasma delle valigie me lo sono scordato), volete mettere sbucciare le carote con questo o con il coltello?  non c'è paragone. Io vi consiglio di aquistare il modello fatto come quello in foto, quelli con anche il levatorsoli non sono la stessa cosa.
  4. spatola in silicone: anche questa fondamentale, è antigrafio e proprio per questo la potete usare su ogni materiale, si adatta perfettamente alla ciotola così che non sprecherete nulla. N esistono di gni prezzo, io vi consiglio una medio-alta così da usarla anche nelle pentle o padelle calde.
  5. una grattugia: una piccolina da tenere sempre a portata di mano, per grattugiare la buccia di un agrume oppure del parmigiano direttamente nella preparazione.

Questi sono i miei primi 5 attrezzi fondamentali, i più importanti, quelli ai quali non posso proprio rinunicare e che, rimanga tra noi, mi porto dietro quando non sono a casa mia ;)

 
Mercoledì 12 Settembre 2012
monoporzioni di lasagne con ragù bianco PDF Stampa E-mail
Pin It

ROMA banner

 

cupcake lasagna

Ci siamo..

La prossima settimana finalmente Amaradolcezza cucinerà a un evento pubblico.. 

A parte l'ansia di non essere all'altezza e la paura che qualcosa possa andare storto c'è tanta emozione, quella genuina, che ti fa passare una domenica intera a fare prove, a scrivere mail e a chiederti se "piacerà?"

Io spero piacerà con il gusto, per il momento spero piaccia alla vista e magari vi faccia venire voglia di vernirmi a trovare al Taste & Match di Roma evento enogastronomico in collaborazione con Fernando di Wine explorer...

 

Marchesi Incisa della Rocchetta

Grignolino d`Asti 2010

colore: rosso rubino chiaro e brillante che tende al granato con l’invecchiamento.
profumofloreale con note di rosa e frutti rossi come mirtilli, fragole e con un finale di spezie
palato: fresco, sapido e persistente, leggermente e piacevolmente tannico.
musica da degustazione: "Oh darling" (Beatles)
temperatura di servizio: 14-16°C
grado alcolico: 13% vol.

 

Monoporzioni la lasagne

per 11 pirottini di alluminio

200 gr di petto di pollo tritato

200 gr di salsiccia mista di carni bianche

1/2 bicchiere di vino rosso

400 gr di polpa di pomodoro

100 gr di fior di latte

1 confezione di lasagna sfogliavelo

100 gr di besciamella

parmigiano

1 carota

1 costa sedano

1 cipolla

olio sale pepe

Lavare il sedano, la carota e la cipolla tagliare a cubettini e far rosolare in una pentola con il fondo spesso per 10 minuti. Aggiungere la carne macinata e la salsiccia spellata. A fiamma vivace far rosolare per una decina di minuti mescolando spesso. Sfumare con il vino rosso, appena il vino è tutto evaporato aggiungere il pomodoro, salare e pepare e abbassare la fiamma al minimo. Far cuocere per 45 minuti. 

Prendere la mozzarella, strizzarla leggermente, tagliarla a cubetti e metterla a scolare in uno scolapiatti.

Nel frattempo che il sugo riposa, prendere 10 stampini, ungerli leggermente e disporli su una teglia. lasagna

PRendere le sfoglie di lasagne e tagliarle come la figura a lato. Le parti A e B saranno le basi dei cestini, invece i quadratini 1 2 3 4 saranno gli strati delle nostre monoporzioni.

Mettere il quadrato A sulla base di un pirottino, un cucchiaio di ragù, un quadratino (1) di pasta, un cucchiaio di ragù con 2 cubetti di mozzarella, il quadratino (2) e così fate tutti quanti i pirottini.

Alla fine aggiungete la besciamella al sugo rimasto e completare con un cucchiaio su ogni pirottino, spolverare con abbondante parmigiano.

Infornare a 200° per 20 minuti circa.

Sfornare e far riposare 10 minuti prima di togliere dallo stampo.

 

Queste monoporzioni possono tranquillamente essere congelate nel loro pirottino sia da crude che da cotte.

 

Allora vi ho fatto venire voglia di venire a trovarci??

Compra i biglietti

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 103